Il giorno in cui i tifosi di Serie A fecero una coreografia ad un arbitro

14 Marzo 2004 – Allo stadio Olimpico di Roma si stanno sfidando Lazio e Udinese nella 25esima giornata di campionato della Serie A 2003/2004.
A dirigere la partita c’è Matteo Trefoloni, arbitro di Siena attivo dal 2000 al 2010, che con il tifo laziale non ha proprio un buon rapporto per una serie di episodi che, a detta del popolo biancoceleste, avrebbero danneggiato la propria squadra.

La rabbia della Curva Nord nei confronti di Trefoloni è talmente tanta che, durante l’intervallo del match, i tifosi decidono di esporre un enorme cartellino rosso con la frase “Trefoloni ti espelliamo… e dopo la partita ti aspettiamo”.

La partita finì con il punteggio di 2-2 con il pareggio di Iaquinta, per i friulani, al minuto 93. Il giorno dopo la Gazzetta dello Sport titolò così “Trefoloni-Lazio. Sbagliano tutti. Mancini furioso per gli errori arbitrali ma il pari al 93′ dell’Udinese è meritato”

Per fortuna non ci furono problemi di ordine pubblico dopo la partita e il fischietto toscano tornò a casa sano e salvo. Ma di certo questo gesto del tifo laziale rimase nella storia del calcio italiano come la prima, e fin’ora unica, coreografia nei confronti di un arbitro.

articoli correlati

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

condividi

Ultimi articoli

Cosa mangiare dopo un allenamento serale?

Chi pratica un'attività sportiva da professionista è in grado di organizzare gli orari di allenamento quotidiano in modo costante e meticoloso riuscendo...

Il Bournemouth è pronto a fare causa alla goal line technology

Ad inizio Giugno vi avevamo parlato del clamoroso errore commesso dalla Goal Line Technology durante la prima partita di Premier League del...

NBA, al via le prime amichevoli

In attesa della ripresa della stagione, prevista per il 30 luglio, le 22 squadre riunite nella “bolla” hanno riassaggiato un po' di...

Nadia Comaneci: la perfezione nella ginnastica

18 luglio 1976- Nadia Comaneci una ragazzina di 14 anni di nazionalità rumena cambiò per sempre la storia della ginnastica artistica.

Maracanazo: storia di una sconfitta epica

16 luglio 1950- Ci sono alcune partite di calcio che entrano nella storia di una nazione.  Se pensiamo al...