Iuliano – Ronaldo e la polemica infinita tra Juventus e Inter

26 Aprile 1998 – Allo Stadio delle Alpi di Torino scendono in campo Juventus e Inter, rispettivamente prima e seconda nella classifica, per la quart’ultima giornata della Serie A 1997/1998.
Il cosiddetto Derby d’Italia non è mai una partita come le altre, per lo più quando l’Inter si trova a -1 dalla Juventus e le due compagini si giocano il titolo; ma in questa serata torinese, nascerà la madre di tutte le polemiche arbitrali e dei favoritismi alla Juventus.

Dopo 21 minuti la Juventus passa in vantaggio con la rete del solito Alex Del Piero che trova il gol dopo un’insistita azione personale. Il fatto che scatenerà la rabbia del tifo nerazzurro avviene al minuto 70.
Una palla lunga viene contesa da Ronaldo e da un difensore bianconero, la sfera finisce sui piedi di Zamorano che, però, viene fermato in scivolata da Birindelli; Ronaldo torna sul pallone ed ecco il contatto.

Il Fenomeno di scontra con Mark Iuliano che non trova il pallone e blocca la corsa di Ronaldo. Secondo l’arbitro Piero Ceccarini di Livorno non c’è nulla; i difensori bianconeri spazzano il pallone e ripartono all’attacco arrivando dentro l’area nerazzurra dove Taribo West atterra nettamente Del Piero. Questa volta il rigore viene concesso e si scatena il putiferio.

Tutti i giocatori accerchiano minacciosamente l’arbitro e Gigi Simoni, allenatore dell’Inter, entra almeno 15 metri sul terreno di gioco per protestare.
Lo stesso Del Piero si presenta sul dischetto ma si fa ipnotizzare da Pagliuca mantenendo ancora accese le speranze per il pareggio. La partita finirà pero 1-0 per i bianconeri che fuggiranno poi verso la conquista del titolo.

A distanza di 22 anni ancora di discute di questo episodio. Proprio Ceccarini è tornato a parlarne durante un’intervento a Premium Sport qualche anno fa:

Il mio sguardo è rivolto verso sinistra, sto seguendo un possibile contatto tra Birindelli e Zamorano e quindi non posso vedere Iuliano che inizia a correre. Forse sono troppo vicino all’azione. Quando gli occhi tornano verso il centro, vedo Iuliano fermo e Ronaldo che gli va addosso, tanto che il difensore cade all’indietro. VAR? In realtà la VAR in quell’occasione c’è stata e mi meraviglia che nessuno l’abbia presa in considerazione o abbia fatto finta di niente: in diretta e durante il replay dell’episodio il telecronista di allora, supportato da Collovati e da Chiesa (ex arbitro) aveva detto che non era calcio di rigore

Anche Mark Iuliano pochi giorni ha è tornato sull’episodio durante una diretta Instagram dicendo:

Fra due giorni sono 22 anni da quel giorno. Non passa un giorno che qualcuno non me ne parli. I primi anni mi dava un po’ fastidio che ci si ricordasse di me solo per quell’episodio e non per 15 anni di carriera in Serie A incredibile in cui ho vinto tutto. Con Ronaldo ci siamo incontrati diverse volte e ci abbiamo scherzato su. Capisco la rabbia degli interisti in quel momento a caldo, perché ci si stava giocando uno scudetto. Fuori dal campo invece l’abbiamo archiviata.”

Ad oggi, questo episodio viene tirato in ballo ogni volta che ci sono episodi dubbi a favore della Juventus. Noi non ci esprimiamo sulla vicenda, voi cosa ne pensate?

articoli correlati

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

condividi

Ultimi articoli

Cosa mangiare dopo un allenamento serale?

Chi pratica un'attività sportiva da professionista è in grado di organizzare gli orari di allenamento quotidiano in modo costante e meticoloso riuscendo...

Il Bournemouth è pronto a fare causa alla goal line technology

Ad inizio Giugno vi avevamo parlato del clamoroso errore commesso dalla Goal Line Technology durante la prima partita di Premier League del...

NBA, al via le prime amichevoli

In attesa della ripresa della stagione, prevista per il 30 luglio, le 22 squadre riunite nella “bolla” hanno riassaggiato un po' di...

Nadia Comaneci: la perfezione nella ginnastica

18 luglio 1976- Nadia Comaneci una ragazzina di 14 anni di nazionalità rumena cambiò per sempre la storia della ginnastica artistica.

Maracanazo: storia di una sconfitta epica

16 luglio 1950- Ci sono alcune partite di calcio che entrano nella storia di una nazione.  Se pensiamo al...