Quando la Nazionale italiana di calcio perse contro il Pontedera

0
550
italia pontedera

6 Aprile 1994 – Ci troviamo a Coverciano e la Nazionale italiana di calcio si sta preparando alla prossima avventura del Mondiale del 1994 che si disputerà negli Stati Uniti d’America.
In questo giorno d’aprile gli Azzurri si preparano a scendere in campo contro il Pontedera per un’amichevole a porte chiuse. Il Pontedera è la squadra in testa alla classifica di Serie C2 alla cui guida c’è Francesco D’Arrigo.

Ecco le formazioni:
ITALIA – Marchegiani (Peruzzi); Panucci, Maldini, Costacurta, Baresi (Negro); Donadoni, Albertini, Conte, Stroppa (Fontolan); Signori (Massaro), Roberto Baggio (Casiraghi).


PONTEDERA – Drago; Vezzosi, Rocchini, Balli, Allori; Cecchi, Rossi, Pane; Moschetti; Cecchini, Aglietti. (Paradiso, Maraia, Pontis, Russo, Coli e Ardito)

RISULTATO FINALE: ITALIA 1 – PONTEDERA 2
TABELLINO MARCATORI: 19′ Rossi (P), 22′ Aglietti (P), 52′ Massaro (I)

Eh si, incredibilmente la Nazionale Italiana di calcio dei gradi campioni come Maldini, Albertini, Baggio e co riuscì incredibilmente a perdere per 1-2 contro una formazione di Serie C2.

Sacchi aveva chiesto a D’Arrigo di cercare di emulare il gioco della Norvegia, futura avversaria degli Azzurri al Mondiale, con un pressing intenso e continui raddoppi sul portatore di palla. Ma questo non era un problema per la formazione toscana perché con il loro rombo di centrocampo, che nessuno usava a quei tempi in Italia, era il loro modo di giocare abituale.

Insomma, una partita rimasta negli annali del calcio della Nazionale Italiana ma per il motivo sbagliato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here