Avellino Primo Piano Serie B

Avellino: prove tecniche di Cesena

Dai responsi ecografici di Migliorini e Paghera sono arrivati risultati diversi. Al difensore è stata riscontrata una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia destra. Tradotto in tempi di recupero significa che resterà quasi due settimane ai margini del gruppo. Il rischio che possa saltare le sfide non solo contro il Cesena, ma anche con Ascoli e Benevento è più che concreto, mentre potrebbe avere qualche chance di tornare disponibile il 6 maggio contro il Bari. Di contro, per Paghera si può tirare un sospiro di sollievo dal momento che ha risolto il problema muscolare all’adduttore destro e ieri pomeriggio si è persino allenato in disparte. Nella migliore delle ipotesi, però, contro il Cesena domani andrà in panchina con una scarsissima possibilità di entrare. L’undici titolare sperimentato ieri pomeriggio nel chiuso del «Partenio-Lombardi» presenta addirittura qualche ballottaggio da sciogliere nelle prossime ore. Insomma, malgrado la coperta abbastanza corta dal punto di vista numerico, perché Gavazzi e Asmah restano degenti di lungo corso, contro il Cesena scenderà lo stesso in campo una formazione agguerrita e decisa a chiudere la pratica salvezza. Davanti a Radunovic si profila la conferma in blocco della linea difensiva che parte da Gonzalez e finisce a Perrotta passando per Jidayi e Djimsiti, coppia centrale che a Pisa si è nuovamente riscoperta granitica dopo gli scricchiolii del mese scorso. L’ex capitano della Juve Stabia, uscito anzitempo all’Arena Garibaldi per una contusione, si è allenato regolarmente in gruppo facendo tirare un definitivo sospiro di sollievo all’allenatore. Con la scontata assenza di Migliorini, l’eventuale alternativa da centrale sarà Perrotta con Laverone o Solerio nel ruolo di terzino sinistro. Sarà quasi certamente D’Angelo, invece, a posizionarsi in mediana al posto di Moretti. Al fianco del capitano ci sarà Omeonga con maggiori compiti di costruzione della manovra. Lo spostamento del capitano in regia consentirà a Novellino di conservare Lasik e Laverone sulle corsie esterne così come accaduto a Pisa. In settimana, tuttavia, Niccolò Belloni si è messo particolarmente in mostra e non è da escludere un suo impiego, sebbene part-time. Nulla ancora è stato deciso, infine, in attacco per la scelta del compagno di reparto da affiancare a Matteo Ardemagni. Daniele Verde e Gigi Castaldo, per ragioni diverse, hanno più o meno le stesse possibilità di scendere in campo. Il fantasista scuola Roma non vede praticamente il campo dalla gara persa a Terni. Contro il Carpi e pure a Pisa, Novellino lo ha fatto riscaldare a lungo senza impiegarlo nemmeno per un minuto. Inutile dire che smania dalla voglia di tornare a vestire i panni del leader e del trascinatore. Ha la stessa voglia di spaccare il mondo, ma una condizione fisica e mentale certamente migliore, pure Gigi Castaldo.

LINK SPONSORIZZATI






Promo1  300x250
Resportweb.it la pagina sportiva della testata giornalistica on line cronachedellacampania.it registrata al Tribunale di Torre Annunziata n.1301/2016 registro della stampa n. 7.
Diffusione a mezzo internet autorizzata dal Tribunale di Torre Annunziata // Copyright © 2017. Gestione e Sviluppo a cura di SVWDesign I Contenuti utilizzati sono basati su Licenza Creative Commons.
error: CONTENUTO PROTETTO!!