Il Bournemouth è pronto a fare causa alla goal line technology

0
463
bournemouth
@skysport

Ad inizio Giugno vi avevamo parlato del clamoroso errore commesso dalla Goal Line Technology durante la prima partita di Premier League del post-lockdown tra Aston Villa e Sheffield United.
Il portiere dei padroni di casa si era trascinato chiaramente il pallone oltre la propria riga di porta ma i sensori del Hawk-Eye non avevano segnalato il gol a causa “dell’elevato numero di persone e oggetti in quello specifico punto” (questa la motivazione data dall’azienda che gestisce la tecnologia) che avevano reso illeggibile il segnale. La partita finì 0-0 e ci eravamo lasciati con l’interrogativo sulla pesantezza di quei 2 punti persi per lo Sheffield o del punto guadagnato per l’Aston Villa.

A distanza di 2 mesi da quell’episodio, la Premier League è giunta al termine e l’Aston Villa è riuscito ad assicurarsi la permanenza nel massimo campionato inglese per, indovinate un po’, 1 punto.
A farne le spese è stato il Bournemouth che invece si è visto consegnare il biglietto per la Championship, la Serie B inglese, proprio all’ultima giornata.

Per questo motivo, i dirigenti delle Cherries stanno pensando di fare causa alla Hawk-Eye Innovation poiché l’errore del loro prodotto avrà un impatto importantissimo sulle casse della società vista la retrocessione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here