L’Arsenal manda in pensione la sua mascotte Gunnersaurus (per il momento)

0
366
Gunnersaurus

Nel calcio estero, soprattutto in quello tedesco e inglese, siamo abituati a vedere a bordo campo le mascotte delle squadre di casa che fanno il tifo e intrattengono i fan durante il match, soprattutto appena prima del fischio d’inizio e durante l’intervallo.

Una delle mascotte più famose a livello internazionale è Gunnersaurus, il simpatico dinosauro tifoso del club londinese dell’Arsenal.

Oggi, a causa della crisi dovuta all’arrivo della pandemia che costringe la Premier League a giocare a porte totalmente chiuse, il club nel nord di Londra ha annunciato alcuni tagli del personale (55 per la precisione); tra cui Jerry Quy, colui che ha da sempre vestito i panni della mascotte verde con la maglia rossa dei Gunners.

La storia di Gunnersaurus

La nascita di questa mascotte risale al 1993 quando un bambino di 13 anni vinse il concorso indetto dell’Arsenal per disegnare la nuova mascotte del club.
Gunnersaurus fece il suo debutto il 20 Agosto 1993 durante la partita Arsenal – Manchester City finita con un rotondo 3-0 per i padroni di casa nel vecchio stadio di Highbury, poi abbandonato dal club per passare al più moderno impianto dell’Emirates Stadium.

Fin dal primo giorno della sua comparsa, ad indossare i panni di Gunnersaurus è stato proprio Jerry Quy. Stando a quanto raccontato da fonti in casa Arsenal, Jerry ha perfino saltato il matrimonio del fratello pure di non perdere un match casalingo della sua amata squadra del cuore che segue con ardore fin dagli anni 60.

Intanto, i tifosi dell’Arsenal hanno creato online una raccolta fondi per raccogliere il denaro necessario per evitare il licenziamento di Quy e della loro storica mascotte che per ben 27 anni ha indossato quel meraviglioso costume.

Vedremo cosa ne sarà di Gunnersaurus; intanto il club ha comunicato che, per il momento, si tratta di un licenziamento temporaneo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here