Minacce di morte nei confronti di Erik Pieters, giocatore del Burnley

0
365
Pieters

La Premier League continua a fare notizie sui social media e ancora una volta per la ragione sbagliata.

Ad inizio anno vi avevamo raccontato dell’episodio di razzismo nei confronti di Junior Stanislas, giocatore del Bournemouth; oggi, invece, si parla delle minacce di morte rivolte a Erik Pieters, giocatore del Burnley, e alla sua famiglia.

Il giorno di San Valentino, il giocatore olandese ha postato sul suo profilo Instagram una foto con la moglie, nonché futura madre del bambino che la coppia sta aspettando con ansia.
Negli ultimi giorni, sotto alla foto della coppia hanno cominciato ad arrivare terribili insulti da parte di alcuni utenti.

insulti razzisti Pieters

Gli insulti arrivano da alcuni supporters dell’Arsenal, squadra che il Burnely aveva affrontato durante la giornata numero 27 lo scorso 6 Marzo pareggiando 1-1.

Il motivo della rabbia dei tifosi dei Gunners è da ricercare al minuto 74 quando viene fischiato rigore per la squadra londinese dopo un presunto tocco di braccio di Pieters durante il tentativo di attacco di Nicolas Pepe che sarebbe chiaramente finito in rete.
L’arbitro, oltre ad aver indicato il dischetto del rigore, aveva anche mostrato il cartellino rosso al difensore del Burley ma il VAR ha ribaltato la decisione poiché dal replay si vedeva un tocco con la spalla e non con il braccio.

La mancata assegnazione del rigore ha fatto andare su tutte le furie l’Arsenal e i suoi tifosi, che hanno così deciso di prendere di mira il profilo social di Pieters.

Il Club del giocatore ha commentato con una nota su Twitter la propria vicinanza al giocatore e alla sua famiglia per gli abusi ricevuti. Inoltre, anche la Football Association valuterà il tipo di provvedimenti da prendere nei confronti di coloro che si sono resi responsabili di tali azioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here