Scarpe da running, Guida alla scelta delle migliori per te

0
442

Che tu stia correndo per divertimento o allenandoti per una maratona, le scarpe da corsa giuste forniscono la base adeguata per tutto il tuo corpo, possono aiutare a prevenire gli infortuni e rendere molto più piacevole il percorso. In definitiva, il paio di scarpe giusto si adatterà bene fin dall’inizio e completerà il tuo stile di corsa.

Ecco i punti chiave per aiutarti a trovare una scarpa che ti vada bene per te:

  1. Considera dove hai intenzione di correre.
    Ti metti principalmente in viaggio? O percorri i sentieri sterrati con ghiaia? Le tue scelte sono scarpe da corsa su strada, trail running o cross training.
  2. Decidi se vuoi più o meno ammortizzazione sotto i piedi. Vuoi sentirti come se stessi correndo su una nuvola con la massima ammortizzazione o sentire il terreno sotto i piedi? L’ammortizzazione, lo spessore del materiale sotto l’intersuola e la solidità della schiuma, e l’appoggio del tallone sono due fattori da considerare nella costruzione di una scarpa da corsa.
  3. Capisci se hai bisogno di un tipo specifico di supporto per la tua andatura. La maggior parte dei corridori sarà in grado di scegliere una scarpa neutra, ma se il tuo piede tende a scivolare all’esterno o all’interno, ci sono scarpe che possono aiutarti.
  4. Assicurati che la scarpa sia adatta. La tua scarpa dovrebbe calzare bene fin dall’inizio senza alcun periodo di rodaggio.

Quanto dovrebbero durare le scarpe da corsa? In generale, un paio di scarpe da corsa dovrebbe durare tra 300 e 400 chilometri di corsa (3 o 4 mesi per i corridori abituali). Dai un’occhiata alle tue scarpe e controlla se l’intersuola e la suola sono compresse o usurate. Se lo sono, potrebbe essere il momento per acquistare un nuovo paio di scarpe.

Dove pensi di correre?

Le scarpe da corsa su strada sono progettate per marciapiedi e incursioni occasionali su superfici compatte con lievi irregolarità.

Leggere e flessibili, sono realizzate per ammortizzare o stabilizzare i piedi durante i passi ripetitivi su superfici dure e uniformi.
Sono l’ideale per le persone che corrono su marciapiedi, strada, tapis roulant o pista.
Le scarpe da corsa su strada hanno suole più piatte e lisce per creare una superficie uniforme per correre su strade asfaltate.

Le scarpe da trail running sono progettate per percorsi fuoristrada con rocce, fango, radici o altri ostacoli.

Hanno tasselli più grandi (i “tacchetti” sulla suola) rispetto alle scarpe da corsa su strada per una migliore presa su terreni irregolari.
A volte sono rinforzate con piastre sotto i piedi per aiutare a proteggere i piedi da rocce o oggetti appuntiti.
Sono generalmente più rigide attraverso l’intersuola per un maggiore supporto su sentieri accidentati e superfici irregolari.

Le scarpe da cross training sono progettate per allenamenti in palestra, cross training o qualsiasi attività di equilibrio in cui è preferibile avere un maggiore contatto con il suolo rispetto a una suola spessa della piattaforma.

Quanto spessore vuoi sentire?

La “corsa” fornita dalle tue scarpe è determinata da due aspetti dell’ammortizzazione: la solidità della schiuma e lo spessore (chiamato anche altezza dello stack) del materiale della scarpa tra i tuoi piedi e il suolo. Questo materiale nell’intersuola è solitamente un tipo di schiuma, tipicamente EVA o poliuretano, che aiuta ad assorbire gli impatti quando i tuoi piedi toccano il suolo. Dalle intersuole con ammortizzazione massima a quelle senza cuscino d’aria, quanto spesse o solide le intersuole sotto i tuoi piedi è una questione di preferenze personali. Alcuni corridori vogliono una corsa morbida e morbida per un comfort extra. Altri non vogliono o hanno bisogno di tanta ammortizzazione, preferendo una maggiore risposta a ogni passo. Il modo migliore per decidere è provare una varietà di scarpe e vedere come si sentono.

Ecco le tue scelte quando si tratta di ammortizzazione:

Ammortizzazione massima: queste scarpe massimaliste offrono una spessa imbottitura nell’intersuola per la massima sensazione di morbidezza. I corridori possono preferire il comfort di una schiuma più spessa e morbida sotto i piedi quando si percorrono lunghe distanze o gare di più giorni. Ma l’ammortizzazione super morbida non è per tutti. Ad alcuni non piace la sensazione di morbidezza.

Cuscino moderato: le scarpe con cuscino moderato trovano un equilibrio tra il comfort morbido del cuscino e il cuscino sottile o assente. Probabilmente troverai una varietà di scarpe in questa categoria.

Ammortizzazione minima: le scarpe con una quantità minima di ammortizzazione nell’intersuola sono le preferite dai corridori che vogliono sentire la loro connessione con il terreno sottostante. I corridori che giurano su scarpe minimaliste affermano che imitano da vicino un’andatura più naturale durante la corsa.

Scarpe a piedi nudi: il termine a piedi nudi si riferisce a scarpe che offrono la sensazione più vicina all’essere a piedi nudi. Molti non hanno cuscino nel tallone e uno strato molto sottile, appena 3-4 mm, di scarpa tra il piede e il suolo e non forniscono supporto per l’arco o caratteristiche di stabilità.

Capire bene di quale drop hai bisogno

Il tallone di una scarpa rappresenta la differenza di ammortizzazione tra il tallone e la punta della scarpa, misurata in millimetri. La caduta influisce principalmente sul modo in cui il tuo piede colpisce il suolo.

Una scarpa da corsa tradizionale di solito ha una caduta del tallone di circa 10 mm e oltre. Offre un sacco di ammortizzazione nel tallone e favorisce l’atterraggio per primo sul tallone mentre il piede si muove attraverso il suo movimento. Al contrario, una scarpa a caduta zero significa che c’è la stessa quantità di ammortizzazione sotto i talloni e le dita dei piedi. Più basso è il drop, più una scarpa aiuterà a promuovere un appoggio sul mesopiede, considerato da molti come avere un impatto minore rispetto a un appoggio del tallone. Tieni presente che più bassa è la caduta, più il tuo tendine d’Achille dovrà lavorare. Per chi è abituato a una scarpa tradizionale, qualsiasi scarpa a caduta inferiore (nell’intervallo da 0 mm fino a circa 8 mm) potrebbe richiedere un periodo di regolazione.

Il tallone e la quantità totale di ammortizzazione sono indipendenti l’uno dall’altro; è possibile trovare scarpe ultra ammortizzate che hanno comunque un drop zero o basso.

Di quanto supporto hai bisogno?

Come colpisce il suolo il tuo piede quando corri? La pronazione è il modo naturale in cui il tuo piede rotola verso l’interno quando colpisce il suolo e poi si spinge in avanti. Esistono tre diversi tipi di pronazione e potresti volere scarpe con caratteristiche che supportino il tuo livello di pronazione. I marchi utilizzano diverse tecnologie e caratteristiche di calzature che riducono i movimenti in eccesso. Le tecnologie hanno lo scopo di guidare il piede attraverso una transizione più fluida.

Pronazione di base


(Chiamata anche pronazione neutra) Quando il tuo piede rotola verso l’interno di una quantità tipica. Ti aiuta ad assorbire l’impatto e alleviare la pressione su ginocchia e articolazioni. È una caratteristica normale dei corridori neutri e biomeccanici efficienti.

Iperpronazione


Quando il tuo piede rotola eccessivamente verso l’interno, lasciandoti a rischio di lesioni. Gli iperpronatori potrebbero volere scarpe stabili o per il controllo del movimento. Cerca i modelli di usura vicino all’alluce e la suola interna all’avampiede.

Supinazione


Quando il tuo piede rotola verso l’esterno quando tocca terra. Relativamente pochi corridori supinano, ma quelli che lo fanno potrebbero volere scarpe con più ammortizzazione e flessibilità. Cerca segni di usura lungo il bordo esterno della scarpa.

Determinare la tua pronazione


Un modo per determinare la tua pronazione è chiedere a uno specialista di calzature di osservare la tua andatura quando corri. Un altro modo è esaminare il modello di usura su un paio di scarpe da corsa ben utilizzate. Usa questa guida per capire la tua pronazione e il livello di supporto della scarpa che potresti considerare.

Motivo di usura sulle scarpe causato dalla pronazione neutra

Pronazione di base
Il tuo piede scivola verso l’interno di pò.

Modello di usura sulle scarpe:
Centralizzato alla pianta dei piedi e parte dei talloni.

Scarpe da considerare:
Scarpe neutre o scarpe di stabilità con struttura leggera.

Modello di usura sulle scarpe causato da iperpronazione

Iperpronazione
Il tuo piede tende a scivolare troppo.

Modello di usura sulle scarpe:
Concentrato lungo il bordo interno della scarpa.

Scarpe da considerare:
Scarpe di stabilità con supporto strutturato. In casi estremi, scarpe per il controllo del movimento.

Modello di usura sulle scarpe causato dalla supinazione

Supinazione
Il tuo piede tende a scivolare eccessivamente verso l’esterno.

Modello di usura sulle scarpe:
Concentrato lungo il bordo esterno della scarpa.

Scarpe da considerare:
Le scarpe neutre possono funzionare bene.

Trovare il tuo livello di supporto

Una volta che hai deciso che tipo di corsa ti piacerebbe provare con le tue scarpe, a seconda della tua biomeccanica, puoi trovare un livello di supporto nelle tue scarpe per rafforzare la tua andatura. Esistono tre categorie di supporto per scarpe da corsa: neutro, stabilità e controllo del movimento (supporto alto).

Scarpe neutre:

Possono funzionare per i pronatori lievi, ma sono i migliori per i corridori neutri o le persone che supinano (tendono a rotolare verso l’esterno).
In genere non hanno funzioni di controllo del movimento come i “post mediali” che rinforzano il lato dell’arco plantare di ciascuna intersuola.

Scarpe di stabilità:

Queste scarpe hanno dispositivi di stabilità che aiutano a controllare la pronazione.
Spesso includono binari di guida che controllano il movimento da lato a lato.
Buono per i corridori che mostrano un’iperpronazione da lieve a moderata.
Le scarpe non sono rigide come le scarpe per il controllo del movimento.

Scarpe per il controllo del movimento:

Queste sono le scarpe da corsa più stabili per contrastare l’iperpronazione moderata o grave. (Nota: questi sono meno comuni e hanno maggiori probabilità di essere trasportati nei negozi di corsa specializzati.)
Ideale per i corridori che esibiscono un’iperpronazione da moderata a grave.
Le caratteristiche includono montanti rigidi che rinforzano il lato arcuato di ciascuna intersuola, talloni più rigidi e un design costruito su forme più dritte per contrastare l’iperpronazione.
Costruzione interna speciale come tallone più rigido o schiuma più densa.

Ottieni una buona calzata

Niente è meglio di provare le scarpe di persona per avere un’idea di come si adattano. Di seguito sono riportati i suggerimenti per ottenere una buona vestibilità.

Misura entrambi i piedi: le dimensioni del tuo piede cambiano nel tempo, quindi è importante misurare i tuoi piedi quando provi nuove scarpe da corsa.

Prova le scarpe a fine giornata: i tuoi piedi si gonfiano durante il giorno e saranno più grandi alla fine della giornata. Questo ti aiuta a evitare di comprare scarpe troppo piccole.

Mira alla lunghezza di spazio di una miniatura nella punta del piede: dovresti essere in grado di muovere le dita dei piedi. La larghezza dovrebbe essere aderente ma lasciare un po’ di spazio per il movimento del piede senza sfregare. I lacci devono essere aderenti ma non stretti.

Prova con entrambe le scarpe: alcune persone hanno un piede più grande. Prova sia la scarpa destra che quella sinistra e trova il paio che si adatta al tuo piede più grande.

Porta con te solette, calzini da corsa o plantari (se li usi): influiscono sulla vestibilità della tua scarpa.

Assicurati che siano a loro agio fin dall’inizio. Non è necessario rompere le scarpe da corsa.

Considera l’uso dei plantari. Le solette plantari in modelli che possono migliorare il comfort, il supporto o la vestibilità, o tutti e tre.

Sii consapevole degli adattamenti del marchio. Ogni marchio ha il proprio modello di piede proprietario, o “ultimo”, quindi avrai un migliore successo di adattamento se il tuo piede è vicino all’ultimo di un particolare marchio. Questo è qualcosa che uno specialista di calzature saprà, ed è per questo che una sessione di vestibilità in negozio è fondamentale.

Allaccia le scarpe correttamente: alcune tecniche di allacciatura possono migliorare la calzata delle tue scarpe. Il passante del corridore, ad esempio, può aiutare a bloccare il tallone in posizione. L’allacciatura alla finestra (allacciatura a scatola) può aiutare ad alleviare i punti di pressione sulla parte superiore del piede.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here