Come scegliere le scarpe da running adatte alle proprie esigenze?

La corsa è un’attività motoria completa in grado di migliorare il corpo a diversi livelli grazie al ritmo e al lavoro aerobico. Il consumo di una certa quantità di ossigeno da parte dei muscoli fa sì che incrementino resistenza, velocità, circolazione e tonicità, che aumenti la forza e che si fortifichino cuore e gambe.

Inoltre, grazie all’eliminazione delle tossine e dei grassi in eccesso attraverso la sudorazione, viene favorito il dimagrimento. Ultimo, ma non meno importante, è il beneficio psicologico derivante dallo smaltimento dello stress.

Migliorare la corsa evitando gli infortuni

Ogni genere di persona può approcciare a questo sport e approfittare dei molteplici giovamenti che ne derivano, ma inizialmente correre può sembrare un’impresa ardua; dopo appena qualche minuto ci si sente esausti e sopraggiungono quasi subito fiato corto e gambe affaticate.

Il trucco per una migliore riuscita è non arrendersi ed essere costanti. I risultati si ottengono con il trascorrere del tempo; occorrono in media dai 10 giorni ad un mese circa per incrementare le proprie prestazioni.
Si può decidere di aumentare la distanza per ottenere una maggiore resistenza oppure incrementare il ritmo in un tempo minore per acquisire una velocità maggiore e smaltire più velocemente l’acido lattico.

Prima di iniziare la vera e propria corsa è sempre importante camminare via via sempre più veloce. Aumentare la circolazione ed ossigenare di più il corpo scaldandolo e preparandolo ad un ritmo più sostenuto eviterà di conseguenza danni a muscoli e articolazioni.

Ognuno ha le proprie caratteristiche e i propri punti deboli, motivo per cui non bisogna trascurare questo step, per non incorrere in infiammazioni ed eventuali infortuni. In tal caso si avrà la necessità di un tempo di recupero per tornare in forma.
Ascoltare il proprio corpo è sempre la cosa più importante da fare. A tal proposito risulta indispensabile fornire ad esso il giusto comfort attraverso la scelta di un abbigliamento adeguato come ad esempio un paio di comode scarpe da running.

Scarpe da running: Consigli per la scelta

Acquistare il giusto modello di scarpe da running non è sempre facilissimo, specialmente per chi è alle prime armi poiché spesso e volentieri ci si trova davanti ad una scelta infinita di articoli.
Di frequente si acquistano prodotti che inizialmente sembrano fare al caso nostro, ma che in un secondo momento risultano essere sbagliati.
Se non si hanno le idee chiare è sempre bene chiedere informazioni a professionisti del settore.

Per non incorrere nell’errore bisogna tener conto del fatto che scegliere le scarpe da running più adatte alle proprie esigenze significa prendere in considerazione l’allenamento che si andrà a svolgere e il tipo di suolo che verrà calpestato.
Allenarsi in palestra o fare Crossfit non è come correre all’aperto sull’asfalto o su strada sterrata; altrettanto diverso sarà correre durante una gara. Poggiare male il piede a terra potrebbe voler dire andare incontro ad una storta e doversi fermare per un tempo più o meno lungo.
Altrettanto problematico sarebbe l’utilizzo di una suola troppo sottile nel caso di corsa su strada sterrata; si potrebbe avvertire dolore alla pianta del piede e non riuscire a correre correttamente.

Un adeguato appoggio consente anche una buona postura della colonna vertebrale. Non si potrà dunque ottenere una buona prestazione se non si rispettano i giusti accorgimenti.

Una volta chiaro questo concetto non è da sottovalutare la prova della scarpa, la quale deve risultare confortevole e della giusta misura. Dare per scontato che il numero di cui si ha bisogno sia uguale per ogni marchio potrebbe indurre all’acquisto di una taglia sbagliata, motivo per cui è necessario non saltare questo passaggio.

Un’altra indicazione, se si possiedono già delle scarpe da ginnastica usate, è di osservare in quali punti risultino più usurate. Questo step risulta di fondamentale importanza per decidere verso quali modelli orientarsi e rivela molto della postura del piede valutandone l’appoggio attraverso tre categorie di riferimento.

Pronazione: caratteristica comune ai normali corridori. Si tende a scaricare il peso sul tallone e sulla parte centrale.

Iperpronazione: tipica di un gran numero di persone. Tende ad usurarsi maggiormente il bordo interno della scarpa a causa della rotazione del piede verso l’interno. Per ovviare al conseguenziale problema del dolore e delle lesioni alle articolazioni si ha dunque bisogno di scarpe molto stabili.

Supinazione: si può notare uno sfregamento maggiore lungo il bordo esterno a causa del peso scaricato su quest’ultimo. Peculiarità di una minoranza di persone, le quali necessitano di scarpe molto flessibili e che attutiscano bene l’impatto con il suolo.

Quali modelli di scarpe da running ci sono in commercio?

Passiamo ora ad analizzare le diverse tipologie di scarpe da running a disposizione sul mercato. In commercio troviamo ben otto, con una numerazione che va da A1 ad A7.

A0 – Minimaliste

Sono scarpe leggere, con una suola sottile ed unica fino al tallone, il quale raggiunge l’altezza massima di un centimetro. Molto comode e adatte a chi effettua corse rapide, sono allo stesso tempo prive di ammortizzatori, motivo per cui spesso chi le utilizza soffre di affaticamento della gamba.

A1 – Superleggere

Sono ottime per chi ama gareggiare e per chi è molto esperto della corsa. Grazie ad un peso che non supera i 250 grammi, consentono di effettuare movimenti rapidi e scattanti.

A2 – Intermedie

Risultano essere adatte a chi desidera avere maggiore stabilità durante una gara. Sono scarpe ben strutturate e discretamente ammortizzate.

A3 – Neutre

Piuttosto pesanti, sono consigliate a chi ama una corsa più tranquilla senza rinunciare al comfort e l’ammortizzazione.

A4 – Stabili

Sono indicate a chi ha una postura sbilanciata in iperpronazione, permettendo un migliore controllo del piede.

A5 – Trail Running

Sono scarpe versatili, ottime sia per la corsa veloce, sia per quella più lenta, per percorrere strade sterrate o in condizioni di fango o ghiaccio. In questo caso si dà priorità più alla sicurezza che alla prestazione.

A6 – Jogging

Non hanno particolari doti per cui non è bene utilizzarle su terreni sconnessi e si addicono a chi corre sporadicamente.

A7 – Chiodate

Leggerissime e molto indicate per gli atleti e per le gare in cui si necessita l’aderenza al suolo; motivo per cui sono presenti dei tacchetti all’altezza dei talloni.

Come abbiamo visto le alternative sono molteplici e in grado di soddisfare ogni necessità. Ponendo la giusta attenzione a tutti i dettagli non sbaglierete e saprete scegliere al meglio le scarpe da running più adatte alle vostre esigenze. Pronti per indossarle ed iniziare a correre o a migliorare le vostre prestazioni sportive?

articoli correlati

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

condividi

Ultimi articoli

Quale tattica ama Unai Emery, il Re delle Coppe Europee

Unai Emery è un tecnico spagnolo, attuale allenatore del Villareal, seconda squadra di Barcellona. Cinque anni fa era considerato...

Plantari su misura: cosa sapere?

I Plantari Ortopedici sono presidi ortopedici su misura e vengono sviluppati e realizzati secondo le esigenze del paziente sulla base di un...

Esempi di Esercizi per La Ginnastica Dinamica Militare Italiana

Il principio base della ginnastica dinamica militare è ripristinare la natura umana originaria, eseguire movimenti che costruiscono muscoli e varie parti del...

Cos è La Dieta Paleo

La dieta paleo vuole  riportare la salute umana allo stato in cui si è evoluta in 2,5 milioni di anni per evitare...

Athletic Soccer Academy – ASD Giardinetti: Il Sig. Rossi timbra 3 volte. 0-9

Via di S. Cornelia | Campo Armata del Mare, 12/03/2022 Marcatori: 4’ TOMEI13' ROSSI14'...