I Washington Redskins hanno comunicato che cambieranno il nome della squadra e il loro logo

0
458
Washington Redskins

A seguito delle proteste del movimento Black Lives Matter, nato negli USA a seguito dell’uccisione di George Floyd nella città di Minneapolis, in Minnesota, una delle storiche franchigie della National Football League ha deciso di cambiare il proprio nome e logo dopo 88 anni di storia: si tratta dei Washington Redskins.

Il termine “Redskin” significa letteralmente “Pelle rossa” e il loro logo rappresenta un indiano americano di profilo. Per questo motivo, come molti altri brand negli Stati Uniti, sono stati oggetto di contestazione da parte dei manifestanti.
L’utilizzo di una minoranza della popolazione americana, per altro ridotta ai minimi termini dai colonizzatori nel 1500, come mascotte ha fatto infuriare coloro che protestano per l’uguaglianza sociale.

Oltre ai manifestanti, anche la Nike, fornitore ufficiale del materiale della squadra, aveva fatto un passo indietro rimuovendo ogni collegamento con loro dal proprio sito web.

Il cambio di nome e logo della franchigia era stato fortemente richiesto dai gruppi dei nativi americani per anni sostenendo che si trattasse di un utilizzo razzista della loro immagine e delle loro origini. Ora, hanno raggiunto il loro scopo anche grazie al tesissimo clima che si respira negli States.

Ecco un comunicato ufficiale rilasciato dalla dirigenza della squadra:

Il 3 Luglio, abbiamo annunciato l’inizio delle operazioni per il cambio del nome della squadra. La revisione è iniziata seriamente. Durante il processo terremo informati i nostri sponsor, fan e la comunità.
Dan Snyder (il proprietario, n.d.r.) e Coach Rivera stanno lavorando fianco a fianco per sviluppare un nuovo nome e design che migliorerà il nostro sentimento di orgoglio, di ricchezza della tradizione della nostra franchigia e ispirerà i nostri sponsor, fan e comunità per i prossimi 100 anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here