Primo Piano Salernitana Serie B Ultime Notizie

Salernitana: il derby dietro l’angolo

A piccoli passi verso il derby. Nella settimana che culminerà con il match di domenica pomeriggio contro l’Avellino al Partenio, Alberto Bollini incrocia le dita e spera di recuperare almeno qualche pedina. L’emergenza con cui ha dovuto fare i conti per le gare contro Parma e Ascoli dovrebbe attenuarsi, anche se ieri nessuno dei difensori assenti nelle ultime due settimane s’è allenato con la squadra. Al Volpe, mentre i compagni chiudevano la seduta con esercitazioni e tiri in porta, infatti, Alessandro Bernardini e Gabriele Perico seguivano un programma di lavoro specifico: l’obiettivo dello staff medico granata è restituire entrambi a Bollini in tempo utile per domenica quando, invece, saranno ancora costretti a marcare visita Alessandro Tuia e Raffaele Pucino. Con i recuperi di Bernardini e Perico l’emergenza nel reparto arretrato sarebbe solo un ricordo, ma potrebbe non esserlo l’assetto proposto nelle ultime settimane: tre centrali e due esterni potrebbe essere la soluzione proposta da Bollini pure contro i lupi, affamati di riscatto dopo il ko in rimonta subito a Bari. È vero che l’eventuale recupero di Perico consentirebbe al tecnico di non scartare a priori l’idea di tornare alla difesa a quattro, ma è pur vero che l’ex Cesena non sarebbe comunque al top e che chiedergli di presidiare la corsia alternando copertura e qualche sortita offensiva potrebbe risultare troppo gravoso per un calciatore che non gioca dal match con lo Spezia e che deve convivere con una fastidiosa microfrattura al piede. Perico, inoltre, ha dato prova di sapersi calare alla perfezione nel ruolo di centrale di destra nella difesa a tre e, al tempo stesso, su quella fascia Bollini potrà contare sul ritorno di Kiyine, ieri impegnato con la nazionale under 23 del Marocco contro l’Italia under 21 (Rossi, invece, era con l’under 20 in Portogallo). Senza dimenticare che Mantovani si è ben comportato nelle due gare in cui è stato chiamato in causa e che, per giunta, c’è Bernardini in rampa di lancio. Il centrale di Domodossola avverte ancora un po’ di dolore per la frattura costale, ma farà di tutto per essere in campo domenica. Bollini potrebbe decidere di schierarlo da centrale puro con Schiavi e uno tra Perico e Mantovani ai suoi lati. Vitale si riprenderà la corsia sinistra. In mediana è disponibile anche Rizzo, ma Bollini ripartirà da Minala a cui affiancherà uno tra Odjer e Della Rocca, se vorrà optare per una coppia di interni più votati al sacrificio, mentre potrebbe puntare su Ricci più che su Signorelli nel caso volesse garantirsi un pizzico di qualità in più. Ricci potrebbe anche avanzare il suo raggio di azione, allineandosi a Sprocati come trequartista: i due andrebbero a formare una sorta di tridente spurio con una sola punta centrale da scegliere tra Rodriguez e Bocalon. In questo schema di gioco potrebbe trovare spazio anche un esterno puro come Di Roberto, schierato da esterno destro di centrocampo con l’Ascoli, o Rosina. L’opzione principale, però, resta quella che contempla la presenza di Sprocati, Rodriguez e Bocalon in prima linea, anche se ai due centravanti Bollini chiederà di muoversi di più per dialogare con i compagni, offrendo loro un riferimento per scaricare il pallone più velocemente, e, soprattutto, per evitare di finire troppo spesso in fuorigioco come accaduto contro l’Ascoli. Tra i pali, invece, tornerà Boris Radunovic, ex del confronto e titolare, ieri, nel match valido per le qualificazioni europee tra la sua nazionale under 21, la Serbia, e la Russia. L’estremo difensore di proprietà dell’Atalanta tornerà a disposizione dopo aver saltato la sfida con l’Ascoli, in cui ha ben figurato Adamonis, ieri in panca nel match della Lituania con la Polonia. Oggi la Salernitana svolgerà una doppia seduta di allenamento, sempre al campo Volpe, il cui fondo in sintetico richiama quello del Partenio, dove domenica la squadra granata cercherà di invertire la recente tradizione negativa due sconfitte nelle ultime due occasioni e, magari, di rinverdire i fasti di quell’ultimo successo in casa degli irpini, firmato da Roberto Breda nell’ormai lontano 1994.


LINK SPONSORIZZATI





Resportweb.it la pagina sportiva della testata giornalistica on line cronachedellacampania.it registrata al Tribunale di Torre Annunziata n.1301/2016 registro della stampa n. 7.
Diffusione a mezzo internet autorizzata dal Tribunale di Torre Annunziata // Copyright © 2017. Gestione e Sviluppo a cura di SVWDesign I Contenuti utilizzati sono basati su Licenza Creative Commons.