Il Libero nel Volley: cosa sapere di questo ruolo affascinante

0
518

Il libero nel Volley riveste davvero uno dei ruoli più affascinanti e preziosi per l’intera squadra contribuendo notevolmente alla sua forza difensiva. Se non ti intendi di pallavolo, femminile o maschile, e ti stai avvicinando ora a questo mondo, sappi che il libero è proprio il giocatore che ha la maglia diversa da tutti gli altri compagni in campo! Ma qual è l’importanza del libero nella pallavolo, cosa fa esattamente e quali devono essere le sue caratteristiche? Ecco la risposta a queste e ad altre domande sull’argomento.

Ruoli pallavolo: quali sono le specializzazioni

Innanzitutto devi sapere quali sono le specializzazioni della pallavolo. I giocatori in campo sono 6 ma oltre al ruolo di libero, di cui ora ti parleremo più approfonditamente, ce ne sono altri 4:

  • palleggiatore: colui che alza la palla e permette ai compagni di effettuare una schiacciata vincente;
  • centrale: giocatore che attacca nella zona centrale (prima linea) e difende a muro;
  • schiacciatore laterale: chiamato anche banda, attacca e difende sia dalla prima che dalla seconda linea;
  • schiacciatore opposto: giocatore quasi sempre mancino che ha un ruolo di attacco. Ha una opposizione opposta a quella del palleggiatore.

Il libero nel Volley cosa fa?

Il giocatore nel ruolo di libero cosa fa esattamente? Bene, ti abbiamo già accennato che chi ha la maglia diversa a pallavolo è proprio lui, questo perchè possa essere ben riconoscibile in campo dato che è soggetto a regole ben precise.

Il suo ruolo è stato introdotto nel ‘97 dalla Federazione Internazionale Volleyball (FIVB). Chi lo ricopre può solo ricevere e difendere dalla seconda linea del campo (quindi zone 1, 5 e 6). Non può assolutamente murare e attaccare, non può quindi andare al servizio. In sostanza, il libero può occuparsi della difesa, della copertura, della ricezione e dell’alzata.

Caratteristiche

Le sue principali caratteristiche sono:

  • Velocità di riflessi;
  • Ottima capacità difensiva (tecnica e volontà);
  • Elevata concentrazione e attenzione;
  • Spirito di sacrificio;
  • Predisposizione al difendere l’impossibile e al tuffo.

Perché il giocatore libero viene così chiamato?

Il significato del nome del giocatore libero va ricercato nelle nuove regole della pallavolo introdotte dalla FIVB. Si è voluto dare più rilevanza al ruolo difensivo ed il ruolo del libero racchiude proprio tutti gli aspetti difensivi del volley.

Inoltre, questo giocatore può sostituire liberamente, quindi senza dover prima chiedere all’arbitro, un suo compagno che si trova in seconda linea, a patto che tra un cambio e l’altro ci sia stata almeno un’azione.

Quando il libero può schiacciare?

La risposta è semplice, il libero non può schiacciare, neanche dalla seconda linea. Non può neppure andare in battuta. Non può concludere un attacco se colpisce la palla che si trova ad un’altezza superiore a quella della rete, neanche dalla seconda linea.

Libero pallavolo altezza media

A differenza degli altri ruoli, l’altezza molto elevata nel libero non è così importante. Anzi, molto spesso noterai che questo giocatore è più basso dei suoi compagni, fattore che gli permette maggiore velocità e agilità. La sua altezza media è di 1 metro e 70. Nel caso della pallavolo femminile, abbiamo pallavoliste da Nazionale che giocano nel ruolo di libero alte 1 metro e 60.

Libero pallavolo femminile e maschile

Che si tratti di volleyball maschile o femminile, il libero è un ruolo che ha visto crescere la sua importanza nel corso degli anni. Una buona squadra è vincente in attacco ma lo è anche quando difende egregiamente l’attacco avversario.

Sono sempre di più i giovani che si stanno avvicinando al volley e a questo ruolo, particolarmente predisposti alla ricezione e alla difesa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here